Camelia

il fiore portafortuna, ha un significato romantico come pochi altri


Colore dei fiori: rosso, bianco, striato , rosa

Terreno: acido

Esposizione: mezza ombra

voto 4,8 media su 3 voti

gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic
Kingdom
Plantae
Subkingdom
Viridiplantae
Infrakingdom
Streptophyta
Superdivision
Embryophyta
Division
Tracheophyta
Subdivision
Spermatophytina
Class
Magnoliopsida
Superorder
Asteranae
Order
Ericales
Family
Theaceae
Genus
Camellia
Splendida pianta da fiore! In realtà nei suoi luoghi di origine, vale a dire in Cina ed in Giappone, è uno splendido arbusto legnoso che può superare anche i dieci metri di altezza. Molto ramificato, con la corteccia liscia. Produce tra l'altro un legno molto duro. Le foglie sono spesse, lucide, provviste di un corto picciolo di colore verde intenso, glabre, alterne ed appuntite. Per quanto riguarda il fiore questo è solitario, ascellare e si forma sui rami di un anno ed è di forma e colore tra i più vari, anche in considerazione della grande selezione genetica che nel secolo scorso è stata fatta su questa pianta.
g
f
m
a
m
g
l
a
s
o
n
d
La Camelia produce fiori di colore bianco, rosso, rosa  ed è molto generosa nelle sue fioriture, ma se ci rendiamo conto che la fioritura è decisamente spropositata occorre intervenire eliminando qualche bocciolo ancora chiuso che non avrebbe spazio quando aperto.
g
f
m
a
m
g
l
a
s
o
n
d
In genere questo tipo di moltiplicazione si realizza per cercare di ottenere nuove cultivar. Con questo tipo di riproduzione non si è certi di ottenere delle piante uguali alla pianta madre poichè subentra la variabilità genetica. In ogni caso, dalle nostre Camelie, possiamo ricavare il seme raccogliendolo in autunno, quando le capsule che lo contengono saranno diventate bruno-rosse. La semina si effettua prima che i tegumenti del seme induriscano. Piantare in un substrato acido e a temperatura intorno ai 20°C. Partendo dal seme la pianta inizierà a fiorire non prima di quattro anni.
g
f
m
a
m
g
l
a
s
o
n
d
Sarebbe opportuno annaffiare usando acqua non calcarea. La camelia, tra giugno ed agosto, va annaffiata in modo che il terreno rimanga sempre umido ma non madido. E' bene effettuare delle annaffiature fogliari una o due volte la settimana per pulire le foglie evitando di effettuarle nelle ore più calde della giornata. Durante la stagione fredda lasciare sempre asciugare il terreno tra un annaffiamento ed un altro. L'habitat dovrebbe essere sempre abbastanza umido. Questo favorisce l'idratazione delle gemme che altrimenti si seccherebbero.
g
f
m
a
m
g
l
a
s
o
n
d
La moltiplicazione della Camelia avviene per talea ad eccezione che nella Camellia reticulata in quanto è una specie che ha difficoltà di radicazione. Durante il periodo estivo, quando il colore della corteccia passa dal verde al marrone chiaro si prelevano le talee, porzioni di ramo lunghe 8-15 cm, si eliminano le foglie poste più in basso e si lasciano 2-3 foglie apicali.
g
f
m
a
m
g
l
a
s
o
n
d
La camelia è una pianta che vuole un terreno acido, sciolto e molto ricco di sostanza organica (come ad esempio foglie in decomposizione, aghi di pino, torba, terriccio di bosco, corteccia di pino, trucioli, etc.) e molto ben drenato in quanto è una pianta che non tollera i ristagni idrici. L'epoca del rinvaso è settembre - ottobre ed è preferibile farlo ogni anno.