Croco

Filo di tessuto o zafferano


Colore dei fiori: bianco, giallo, lilla, blu, viola

Terreno: calcareo siliceo, basico o neutro

Esposizione: mezza ombra o in ombra

voto 5,0 media su 2 voti

gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic
Kingdom
Plantae
Subkingdom
Viridiplantae
Infrakingdom
Streptophyta
Superdivision
Embryophyta
Division
Tracheophyta
Subdivision
Spermatophytina
Class
Magnoliopsida
Superorder
Lilianae
Order
Asparagales
Family
Iridaceae
Genus
Crocus
Il nome Crocus è riportato nell' Iliade con esplicito riferimento alla visibilità degli stami nella specie più conosciuta: il Crocus sativus. A volte il nome Crocus viene tradotto anche come zafferano. Si usa in "farmacia", come digestivo,  ed in cucina per la caratteristica colorazione che fornisce agli alimento (riso allo zafferano).
Si utilizza in appartamento in inverno in vaso o in giardini spontanei o con altre bulbose come narcisi e giacinti. Si ritrova nei sottoboschi in posizione collinare o montano subalpino.
In Europa le specie sono alte fino a 30cm.

g
f
m
a
m
g
l
a
s
o
n
d
Se si vogliono ottenere nuove varietà del Croco è necessario effettuare la riproduzione per seme posizionando quelli più maturi in piccoli vasetti. Questi ultimi vanno interrati fino al bordo, in un vaso più grande in terrazzo o in giardino in un angolo riparato, avendo cura di ricoprirli durante l'inverno con foglie secche o paglia. In primavera ha luogo la germinazione. 
g
f
m
a
m
g
l
a
s
o
n
d
Prelevare e piantare i bulbini.